venerdì 20 ottobre 2017

Ti prego NON uccidermi... DI NUOVO!

Ciao a tutte Anime Arcobaleno e bentornata #RainbowFamily🌈










Per quanto ancora verremo considerat* per un'unica caratteristica e non per chi siamo INTERAMENTE?
La fama di audience e di views è realmente più importante del RISPETTO UMANO?
Anche dopo la morte?

Domande come queste, nascono purtroppo spontanee di fronte ad argomenti del genere.

Non posso nascondere di essere a favore delle etichette ( approfondirò il concetto in un post dedicato perché è bene far chiarezza su questa frase ), ma DETESTO quando le etichette vengono strumentalizzate e usate per denigrare le persone.

Soprattutto, quando certe persone sono VITTIME di casi di cronaca nera.

È assolutamente squallido leggere certi titoli di giornale.

Tutto questo nasce in relazione al mondo LGBTQIA ma si estende alle differenze in generale, perché come le identità di genere e la sessualità anche la nazionalità viene, troppo spesso, usata a discapito delle persone.

Ancora non si è capito che le diversità sono un dono? Che il mondo è bello perché è vario? E che grazie al cielo, siamo neri, bianchi, etero, gay, alti, bassi, magri e grossi.

Come dice la cantante che amo, Laura Pausini, siamo Simili, che vuol dire essere uguali e diversi allo stesso tempo, questo per me è il concetto chiave che ci permetterebbe di vivere in un modo che oggi possiamo solo definire Utopia.

Un mondo in cui ci si comprende perché siamo uguali e ci si conosce perché siamo diversi.

Purtroppo però nel mondo in cui viviamo oggi, è lo stato italiano stesso a farci sentire, negativamente divers*.

È un organo che non ci aiuta ad integrarci nella società ponendoci delle barriere architettoniche mentali e sociali.

Perché se io oggi venissi a mancare, lo stato imporrebbe alla mia famiglia di scrivere sulla mia lapide il mio nome al maschile, nonostante nessuno mi chiami più in quel modo da anni.

Nonostante chi mi conosce e non solo, si rivolga a me usando il femminile e mi tratti come la Donna che in realtà sono e che vede esteriormente.

Mi sento in difficoltà nel fare una vacanza e dover prenotare un alloggio, mi sento in difficoltà a dover prenotare una visita medica, mi sento in difficoltà a ricevere un pacco... Tutto questo perché nonostante il documento si chiami " Carta d' Identità " non rappresenta per nulla la mia Identità.

Non chiederei mai di essere ciò che in realtà non sono, per cui non mi azzarderei di chiedere un cambio di genere qualora questo cambio non vi sia stato PERÒ esattamente come mi è stato permesso di cambiare la foto, proprio perché questa doveva rappresentare la persona che si sarebbe vista in un ipotetico controllo perché il mio documento di IDENTITÀ non può rappresentare la mia IDENTITÀ anche con il NOME?

Soprattutto perché un cambio anagrafico mi permetterebbe di vivere la vita più serenamente anche nelle più semplici azioni quotidiane, come ricevere una semplice bolletta e nel caso lasciassi questa terra non rischierei di essere UCCISA DUE VOLTE come purtroppo SPESSO accade.

Non sare il trans morto, ma sarei più semplicemente una figlia, sorella, mamma, moglie, cugina, nipote che è passata alla prossima vita.

Questo post lo dedico a Nadia.

Non posso avere la presunzione di definirla un'amica perché la conoscevo da troppo poco tempo, ma posso assicurare di aver avuto l'onore di fare la sua conoscenza perché è stata una persona vera, una di quelle che purtroppo nel mondo trans sono una rarità.

Nadia si sarebbe operata e ci avrebbe detto se sarebbe risultata una scelta azzeccata oppure no, dubbio che tormenta molte trans per la paura di non avere un organo funzionale e anche perché troppe presunte sorelle non dicono la verità, su ciò che accade.

In questi mesi, ho visto una donna piena di dignità, ironia e positività nonostante la difficile malattia.

Questo post è dedicato ad una DONNA che purtroppo oggi non c'è più ma che per chi l'ha conosciuta non potrebbe essere nient'altro che NADIA, al di là di ciò che si possa leggere sulla sua lapide.

Come sempre anime arcobaleno, raccontatemi i vostri pensieri.

Non dimenticate di far parte della #RainbowFamily🌈  seguendomi sui vari social.

Lots of Love
Shikal Michelle 
💛 ❤️ ðŸ’œ ðŸ’™ ðŸ’š