lunedì 7 dicembre 2015

Chirurgia TRANSessuale

Uno degli argomenti in cui c'è più disinformazione e confusione per quanto riguarda il percorso di una persona Transessuale è la chirurgia.



Nello specifico oggi parlerò delle operazioni che riguardano l'apparato sessuale primario e ovviamente mi esporrò di più sulle scelte che possono effettuare le persone MTF in quanto facente parte della categoria.

Le transessuali che vogliono ricorrere alla chirurgia per sentirsi anche esteriormente se stesse, possono ricorrere a:
- Mastoplastica Additiva ( aumento del seno )
- Orchiectomia ( rimozione dei testicoli )
- Riconversione Chirurgica Sessuale ( trasformazione del pene in vagina )

I transessuali che invece vogliono mutare il proprio corpo chirurgicamente possono optare per:
- Mastectomia ( eliminazione del seno )
- Isterectomia ( rimozione dell'apparato riproduttore femminile )
- Ricostruzione dei Genitali ( creazione del pene ).

Tutte le operazioni sono ovviamente facoltative e se vi interessa saperne di più su medici, metodi e operazioni, vi consiglio di consultare il web e di chiedere ai medici.

Quando parlando con le persone mi capita di esporre, soprattutto perché mi viene richiesta, l'idea di essere propensa alla Riconversione Chirurgica Sessuale ( RCS ) chiamata volgarmente anche vaginoplastica, i cliché che più mi vengono posti come domande sono:

" Ah, quindi ti fai il trapianto? "

" Allora te lo tagli? " 

" Sei coraggiosa, io non ce la farei a non sentire più nulla in nome dell'estetica, come fai? " 

Sinceramente fanno un po' sorridere, ovviamente perché ci si rende conto di quanto " il mito " si discosti dalla realtà. 

✘ Esponendo il significato di trapianto:

Il trapianto è un intervento chirurgico che prevede la sostituzione di un organo o di un tessuto con un altro prelevato dallo stesso individuo (omotrapianto o autotrapianto), da un altro individuo (allotrapianto) o da un individuo di specie diversa (xenotrapianto).
Spesso è usato come sinonimo innesto, sebbene in questo caso il trasferimento di organi o tessuti sia effettuata senza la realizzazione di un'anastomosi chirurgica ( un particolare tipo di sutura ).

È possibile notare da subito come trapianto sia un termine sbagliato, perché (  nel caso delle MTF ) non si toglie il pene e viene sostituito da una vagina presa da chissà dove, al massimo durante l'operazione ci possono essere degli innesti cutanei, ma TRAPIANTO è da eliminare come vocabolo quando parliamo con una persona transessuale dell'operazione a cui ha intenzione di sottoporsi.


✘ Sul web è possibile trovare moltissimo materiale inerente alla Sex Reassignment Surgery ( SRS ) / Riconversione Chirurgica Sessuale ( RCS ), foto, video, documenti, ricostruzioni 3D a mo' di plastico che saranno testimoni del fatto che è vero sicuramente durante tutta " la lavorazione " c'è qualcosa che viene tagliato ma sostanzialmente il pene viene " rivoltato " internamente proprio per creare la vagina.

✘ Come per qualsiasi altro intervento ci sono delle possibilità che qualcosa non vada come programmato, ma questo può succedere anche con un banalissimo orecchino al lobo, perché potrebbero esserci svariate circostanze che potrebbero causare il rigetto dello stesso.

In egual modo l'operazione potrebbe avere dei rischi, che comunque possiamo cercare di contenere il più possibile affidandoci a strutture conosciute di cui possiamo vagliare i feedback, a medici professionisti nel settore, che ci potranno fornire le risposte alle domande che poniamo loro.

Sicuramente andare al risparmio, magari eludendo quelle che sono le liste d'attesa e/o le carte processuali, ci espone a rischi maggiori.

Nella norma, la vagina ottenuta tramite RCS / SRS è pienamente funzionale tanto quanto una vagina biologica, ovviamente si parla di organo, in quanto la medicina ( ad oggi 7 Dicembre 2015 ) non è in grado di creare e/o trapiantare ( eventualmente ) l'apparato riproduttore, quindi non ci sarà per esempio il ciclo mestruale e con esso verrà a mancare anche ( ahimè ) la possibilità di essere gestante.


∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞


Con questo post ho cercato di fugare quelli che sono i cliché più comuni legati alla Riconversione Chirurgica Sessuale che viene anche definita vaginoplastica ed in parte non è sbagliato questo termine che assume per l'appunto un duplice significato.

Si tratta quindi della tecnica impiegata nella riassegnazione sessuale delle MTF così come la falloplastica negli FTM, ma soprattutto viene impiegata per la " modellazione " di una vagina non più turgida e fresca a causa di svariati parti, dell'avanzare degli anni e/o  di molteplici partner ( come nel caso delle porno attrici ).

Tengo in particolar modo a specificare che le persone transessuali non sono obbligate a sottoporsi ad alcuna operazione, o quantomeno  le associazioni LGBT vorrebbero far approvare il disegno di legge 405 che permetterebbe di avere i documenti inerenti alla propria identità indipendentemente dal proprio genere di nascita,  ma di questo argomento vi parlerò in un post specifico in cui esporrò la mia opinione e ovviamente anche l'intera faccenda.

Oggi mi sono particolarmente soffermata sulla riassegnazione chirurgica, perché è l'argomento  da cliché di cui più si parla in maniera errata, ovviamente poi sono tante altre le operazioni e gli interventi ( assolutamente facoltativi ) a cui una persona transessuale può ricorrere.

Per esempio nel caso delle MTF  c'è la mastoplastica additiva che solitamente è la prima operazione a cui ci si sottopone, non sempre è così perché non esiste una legge che ti obblighi ad aumentare il seno prima di fare altro, però nell'immaginario collettivo la figura della trans è una donna con un seno, il più delle volte prosperoso, e la presenza del pene.

Vari sono anche gli interventi per quanto riguarda il viso e gli altri ritocchi estetici, da non dimenticare che comunque anche se si tratta di chirurgia estetica tutto ciò contribuisce nella persona a conferirle autostima, è vero che se si hanno delle problematiche di base da dover affrontare a livello conscio e/o inconscio sicuramente un'operazione chirurgica non risolverà la problematica, ma se una persona fatica ad accettare il proprio aspetto e con la chirurgia può porre rimedio a qualche difetto fisico è sicuro che ciò darà un beneficio a livello psicologico.

Allo stesso modo se una persona è soggetta a " manie di perfezionismo " è bene, venga accompagna da un medico professionista in un percorso psicologico che la aiuta ad imparare ad accettarsi e amarsi perché potrebbe continuare a voler ricorrere alla chirurgia per risolvere dei difetti inesistenti o comunque non estremamente necessari.


Come già accennato all'inizio, non essendo un trans non posso parlarvi in maniera dettagliata del percorso però in generale posso fornirvi qualche informazione, che se volete potete approfondire... In che modo? Anche semplicemente facendo amicizia con persone transessuali ( sia MTF che FTM ) le quali potranno ( se vorranno ) raccontarvi il loro percorso e/o il loro pensiero in merito alle varie tematiche.



Mi piacerebbe conoscere anche il vostro pensiero, se avete domande e/o perplessità non vi resta che scrivere un commento.

Un bacio
Shikal Michelle 

venerdì 13 novembre 2015

Sammy Dress | CollabHaul


Ciao,
oggi vi parlo della prima collaborazione che svolgo su questo blog con il sito SammyDress.

Prima di mostrarvi ciò che il sito mi ha inviato, vorrei fare una piccola precisazione.

Se mi seguite da tempo, saprete che quando ero WingsOfWitch ho collaborato, negli anni, con diverse aziende; tra le ultime che feci, subii una presa in giro e una fregatura, da un sito asiatico e addirittura dovetti pagare di tasca mia le spese di spedizioni per far ritornare questa merce al mittente.

Questo ovviamente mi aveva resa titubante nell'accettare altre collaborazioni, poi chiusi quello spazio per lo stalking subito e passò del tempo.

Questa collaborazione è stata da me accettata per diversi motivi, per prima cosa non sarebbe stato giusto fare di tutta un'erba un fascio, poi mi sono consultata con due mie care amiche e mi hanno fatto notare che solo le persone sciocche non cambia idea e che comunque qualora non mi fossero piaciuti i prodotti scelti, avrei potuto convalidare ed avvalorare il mio pensiero avendo provato con mano un'altra volta.

Quando ho ricevuto la richiesta di collaborazione, sapevo che si trattava di un sito low cost per cui ovviamente non mi aspettavo una qualità eccelsa, anche se molte volte le cose che costano meno si rivelano valide tanto quanto quelle più costose.

Trattandosi di una ditta asiatica, nello specifico ma in generale di una ditta non Europea ho richiesto se l'azienda avesse i permessi per importare in Italia i propri prodotti seguendo quelle che sono le norme igenico-sanitarie e insomma che a livello legale fosse tutto regolare.

Quando l'azienda mi ha dato le conferme che cercavo ho scelto i prodotti che poi avrei ricevuto in base ad un budget che mi l'azienda mi aveva fornito.

Adesso vi mostro il contenuto pratico della collaborazione e vi offro anche le mie prime impressioni, non si può parlare di una pragmatica recensione di prodotti perché li sto utilizzando da circa 7 giorni quindi per avere una reale opinione è necessario che il prodotto venga testato nel tempo.


La prima cosa che sono andata a vedere se fosse possibile avere è stata questa carinissima maglietta.


Che avevo apprezzato osservando i video di Carmen C.

Sapete che una predilezione per i cuori quindi è ben visibile il motivo per il quale questo capo abbia da subito attirato la mia attenzione.

L'ho presa nella taglia S controllando precedentemente sul sito i cm della lunghezza del busto e della manica.

Il tessuto del capo è molto molto fine, infatti credo che la utilizzerò in primavera o in una di quelle giornate in cui fa caldino ma c'è una leggera brezza per cui magari uscire con una t-shirt potrebbe far avvertire freddo e magari indossare anche un giubbottino leggero potrebbe risultare troppo.


Il secondo oggetto che catturato la mia attenzione è questa carinissima lampada Minions.


Dovrebbe essere presente anche in versione Doraemon, se l'avessi trovata l'avrei sicuramente preferita dato che lo adoro.

La lampada mi è piaciuta perché ha la testa inclinabile e può essere posizionata ad un' altezza più alta o più bassa in base alle proprie esigenze.

È carino anche il fatto che possa essere dosata la luce che la lampada produce usando tutti i led, ossia 16, oppure usandone solo 8.

È dotata di un cavo per alimentare e caricare la lampada, facendo sì che la stessa possa essere spostata senza difficoltà.

La luce che produce è fredda, quindi eventualmente potrebbe utilizzata anche per illuminare nello specifico qualche close up nei tutorial di svariato genere.


Ovviamente amando le ciglia finte non posso esimermi dal prenderle quando ne ho la possibilità.

Purtroppo mi è capito di trovare delle paia di ciglia finte lunghe quanto le mie ciglia naturali, per cui utilizzo spesso questo beauty tools per infoltire più che per allungare.

In questo caso caso con le ciglia finte n. 882 non corro il rischio perché sono veramente lunghe e non vedo l'ora di utilizzarle per un'occasione particolare.






Le altre invece sono classiche ciglia da poter utilizzare anche quotidianamente qualora si avesse questa abitudine.

Nonostante io preferisca usare delle ciglia che siano quasi prive di banda o comunque abbiano la banda invisibile, questa banda è abbastanza fine quindi non dovrebbe risultare fastidiosa quando le ciglia sono applicate.

Anche dalla foto è possibile notare la morbidezza delle ciglia, quindi è deducibile una bella malleabilità per adattarle ad ogni forma di occhio.


Qualcosa ( per me ) di insolito sono questi stickers per la decorazione.

Erano presenti in svariati colori, ma io ho preferito prenderle con questo effetto specchio in modo tale che potessero " cambiare " ogni  volta che qualche soggetto o luce si rifletta sugli stessi.

Sono abbastanza rigide da far mantenere loro la forma quando vengo applicate.

Nella confezione sono presenti anche dei " cerchietti bi-adesivi " che permettono di attaccare gli stickers.

Si tratta di 6 farfalle più grandi e 6 più piccole.


Un oggetto che rivedrete sicuramente nelle recensioni presenti sul mio blog, è questo tester formato da unghie finte.


Ho infatti unito l'utile al dilettevole e ho preso anche quest'ultimo oggetto perché ho pensato che mi sarebbe stato utile, in quanto tra le recensioni che scrivo ho intenzione anche di parlavi di smalti dato che sono un prodotto che utilizzo.

Questo è un doppio tools che può essere separato e quindi avremo due tester formati da 18 unghie finte l'uno, 9 sul lato superiore e 9 sul lato inferiore contrassegnate da un numero.




Potete quindi trovare questi e molti altri oggetti sfiziosi ( anche solo da guardare per vedere " qualcosa di diverso " ) QUI .

Tenendo sempre a mente le premesse fatte, fatemi sapere cosa ne pensate, se vi piace un pezzo vi ha intrigato più degli altri, se vi piacerebbe avere la recensione di uno di questi, se avete mai provato il sito, insomma fatemi conoscere i vostri pensieri,

Un bacio
Shikal Michelle 

venerdì 30 ottobre 2015

Fake Blood

Ciao,
lo scorso anno vi ho proposto un metodo davvero semplice e soprattutto al 100 % naturale per creare un Sangue Finto davvero d'effetto e anche COMMESTIBILE.

Questo dunque ci permette di poterlo usare, senza timore, sui bimbi o su persone che hanno particolarità indi per cui non potrebbero usare alcuni prodotti o ancora dovendoli acquistare sul web magari sono un po' titubanti per le più svariate motivazioni.

Con questo metodo possiamo innanzitutto coinvolgere i nostri bambini nella creazione, che sicuramente sarà un bellissimo momento da condividere e che ci permette di stare insieme, e soprattutto qualora ci fossero delle allergie e/o intolleranze possiamo sostituire gli ingredienti con altri in cui riponiamo più " fiducia ".

Da non sottovalutare è l'aspetto alimentare, con il fatto che si può ingerire è possibile utilizzare il Sangue Finto FAI DA TE & Commestibile anche per la decorazione di alcuni biscotti o dolcetti particolari.

E se nel peggiore dei casi proprio non vi piacesse, potete regalarlo a qualcuno che conoscete, affinché lo usi in cucina e/o come trucco per la notte di Halloween.



Una domanda dunque, sorge spontanea " Perché se questo prodotto è cosi polivalente c'è bisogno di un aggiornamento? " 

... È presto detto ...

Nella ricetta del Sangue Finto FAI DA TE & Commestibile è presente l'agar agar, un'alga che permette di " gellificare " il composto.

L'ingrediente hai fini del risultato estetico è assolutamente facoltativo, come detto da me dichiarato nel tutorial.


Tuttavia se viene omesso questo ingrediente, il miele ( nonostante la presenza dell' amido di mais ) risulta comunque appiccicoso, ma è possibile sormontare questo problema sostituendo il miele con il gel d'aloe o il succo d'aloe.

Ricordando sempre che è importantissimo che questi ingredienti siano alimentari affinché il prodotto risulti commestibile.

∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞

E se... all'ultimo minuto volessimo andare ad una festa oppure avessimo bisogno di sangue finto ma non si avesse voglia di " pasticciare " o ancora non si volessero comprare ingredienti che poi non si riuscirebbe ad utilizzare più passato Halloween?

Beh... utilizziamo quello che abbiamo a casa. 


1. Rossetto e Gloss: Il metodo più comune e facile da riadattare alle proprie esigenze per creare l'effetto del Sangue Finto, è utilizzare i cosmetici.
In particolare rossetti e gloss dalle svariate tonalità di rosso e bordeaux, perché sono " creme " colorate, che dosate e sovrapposte creano degli effetti davvero carini.
È possibile per esempio creare una base di matita opaca per dare una struttura più intesa, poi sovrapporre varie tonalità di rossetti ( nei colori sopra citati ) per rendere l'effetto più realistico ed infine completare con qualche tocco di gloss in alcuni punti strategici, per rendere l'effetto veramente TOP✨.


2. AquaColor: Se possediamo questo prodotto, ma non lo usiamo molto spesso, Halloween ( come Carnevale del resto ), è un ottima scusa per giocare con questi acquarelli cosmetici.
Mi piace molto usarli perché posso riprodurre svariate tonalità di sangue usando semplicemente il rosso e il nero, qualora invece volessi dare quel tocco in più posso sempre giocare con gli altri colori.

Adoro soprattutto il fatto che siano molto semplici da sciacquare e che si possano usare anche sui bimbi; sono un prodotto veramente valido, si tratta ( per chi non li conoscesse ) di cialde colorate che " si attivano " con l'acqua che può essere spruzzata al di sopra degli stessi oppure è possibile usare i pennellini bagnati o le dita.Inoltre è un prodotto che si asciuga, per cui la praticità soprattutto per i bambini, che ovviamente devono giocare e divertirsi, è assicurata.

L'applicazione più veloce e d'effetto, non è con la spugnetta ma ben sì con la carta da cucina.

Se infatti ne prendente un foglio, lo appallottolate vagamente e poi lo usate per tamponare livelli più o meno intensi di prodotto otterrete uno strabiliante effetto, che potete giostrare a vostra scelta e inoltre con questa modalità è più veloce riempire aree più estese.


∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞


Mi raccomando, se provate uno dei metodi che vi ho consigliato non dimenticate di farmi sapere come vi siete trovati.

E se avete un vostro metodo da consigliarmi, sono qui a leggervi con piacere.


Un bacio
Shikal Michelle 

lunedì 28 settembre 2015

Essere e Amare

L'argomento di cui voglio parlarvi oggi, potrebbe sembrare avere una risposta scontata, tuttavia se ne parlo ovviamente non è così :)

Ma anzi credo che affrontare questo argomento potrebbe veramente dare una rivelazione ad alcune persone, credo / spero che tutti gli argomenti da me trattati, possano far luce su alcune situazioni della comunità arcobaleno, per dare una mano a chiunque potesse trovare utile le mie parole.


" Se diventi donna è perché ti piacciono gli uomini "

Questa è un'affermazione che purtroppo mi trovo di fronte qualche volta, e che smonto subito perché è assolutamente errata.

Sbagliato è dire che le persone transessuali sono delle persone omosessuali che si evolvono allo stadio successivo dell'esistenza ( questo era un dubbio nato anche durante Transessuale - Live una diretta fatto qualche tempo fa ) anche perché nonostante la desinenza della parola sia la stessa, sono argomenti totalmente diversi.

Abbiamo visto infatti cosa significhi essere Transessuale, nel post scritto appositamente per l'argomento, se lo avete letto saprete infatti che potremmo " riassumere " ( ad enormi linee, neanche grandi xD ) con il termine Disforia di Genere,

Etero ( diverso ) - Omo ( Uguale ) - Bi ( Entrambi ) - Pan ( Tutto ) - A ( Niente / Non ) sono tutti prefissi che si accompagno al termine sessuale, e che indicano quindi la preferenza di una persona di amare e/o avere rapporti sessuali con un'altra persona.

Il termine Transessuale invece, indica una persona che sta cercando di donare affinità a due parti di sé che sono in conflitto e che creano la Disforia di Genere, che sono L'Identità Sessuale e il Genere.


[ In questo caso il termine Transgender ( transgenere ) sarebbe più appropriato da usare perché non contenendo il suffisso " sessuale " porrebbe un po' di chiarezza nelle persone, tuttavia vi ho già spiegato che questo termine assume per lo più una caratterizzazione " politica ", per questo credo che anche in questo caso sarebbe opportuno correggere i sostantivi, secondo il mio pensiero perché effettivamente genera confusione ]


Si evince facilmente che essere transessuale è come essere africani o asiatici, alti o bassi, biondi o rossi questo perché Transessuali si Nasce, quindi è una caratteristica fisica.

Ergo ci possono essere persone transessuali, perché è bene ricordare che non esistono solo le transessuali MTF ma anche i transessuali FTM, con diverse sessualità esattamente come ci sono persone biologicamente uomini o donne che hanno differenti sessualità.

Dire che una Donna Trans deve andare con uomo o che un Uomo Trans deve andare con donna è come dire che le persone omosessuali non possono far coppia perché l'uomo è progettato per andare con la donna e viceversa, invece come si suol dire il mondo è bello perché è vario.

La comunità arcobaleno prende questo nome anche per rappresentare le infinite sfumature di diversità, e ricordo sempre che per me la diversità è un dono che val coltivato e che ci permette di arricchirci moralmente e socialmente gli uni con gli altri.

Infine per rispondere a quella che è a volte un'affermazione, a volte una domanda in cui ci si chiede se una persona ( nello specifico MTF ) diventa donna per andare con gli uomini... No!
Una persona intraprende un percorso di transizione per avere un'affinità tra il suo Genere ( fisicità ) e la sua Identità di Genere ( modo d'essere ).
Dunque una persona cambia il proprio corpo per SÉ.
Poi avrà i propri gusti sessuali, ma chi sei e chi ami sono due cose assolutamente separate, esattamente come per le persone nate biologicamente uomini o donne.

E ovviamente da non sottovalutare anche in questo caso la terminologia uomo - donna / maschio - femmina perché una persona MTF non diventa donna per andare con un uomo, al massimo la domanda o l'affermazione corretta sarebbe che la donna ( Identità di Genere ) trans diventa femmina ( Genere ) per andare con maschio perché attratta dalla fisicità maschile ecc, perché se si parla di uomini e donne ovviamente il discorso decade perché ci possono essere donne con il pene così come uomini con la vagina.

Per questo trovo importante mettere i cosiddetti punti sulle i, non perché è bello complicare la vita delle persone con termini rivoluzionati ma anzi riadattare i termini che comunemente tutti noi usiamo in maniera errata, in un significato corretto e appropriato permetterebbe a tutti di vivere in maniera più tranquilla e più rispettosa anche nei confronti di chi, il proprio corpo deve guadagnarselo con estrema fatica perché il Destino o chi per esso, aveva scelto per questa una persona un cammino diverso, spiritualmente parlando.

Mi piacerebbe conoscere anche il vostro pensiero. ovviamente se avete domande e/o perplessità non vi resta che scrivere un commento.

Un bacio
Shikal Michelle 

lunedì 21 settembre 2015

Transessuali si Nasce

" Perché hai scelto di diventare trans? "


Una delle domande che frequentemente mi viene posta è proprio questa.
E da questa, si svolge il post di oggi.

La risposta che dono è: " Se proprio vogliamo parlare di scelte, allora ho scelto di essere felice e in pace con me stessa ".

Continuo dicendo " Sai potrei anche far finta di niente e vivere una vita da maschio represso, ma questo non sarebbe amarmi, nella vita bisogna imparare ad amarsi per essere amati e amare gli altri, in primis coloro che ci donano la vita. Inoltre non si scegliere di diventare transessuali, ci si nasce ".

E da qui parto a spiegarmi qualora chi mi ha posto la domanda, sia una persona interessata a conoscere la verità.

Quando lo spermatozoo si fonde con l'ovulo, si crea un feto che non è dotato di alcun sesso.

Ebbene sì, al momento del concepimento siamo esseri priva di qualunque sesso fino a circa 3 mesi.

Su Vita da Mamma è possibile trovare un interessante e chiaro
articolo sullo sviluppo della sessualità del feto.
Dopo la dodicesima settimana si comincia a creare la zona intima che avrà funzione sia genitale che di minzione, intorno alla ventesima settimana, tramite un'ecografia specifica chiamata morfologica o tramite l'amniocentesi ( un esame che analizza, tramite l'asportazione di un campione, il liquido amniotico ), si può capire se questa fessura uro-genitale sarà diventata un apparato maschile o femminile determinando così il sesso della progenie.


[ Nella foto è possibile notare come il " sesso neutro " si sviluppi in un apparato femminile sopra e in un apparato maschile sotto ]


Nel caso delle persone transessuali, gli ormoni ( androgeni o estrogeni ) " bombardano " il corpo determinando un genere fisico ma non sono sufficienti per arrivare a colmare anche il cervello, in questo modo l'identità di genere si sviluppa in maniera diversa dal genere stabilito dalla " tempesta " ormonale, da qui nasce la Disforia di Genere di cui vi ho parlato in modo essenziale su Transessuale.

Ci sono casi in cui si sviluppano entrambi gli apparati, si tratta di persone Intersessuali, difficilmente arrivano ad un'età consapevoli e liberi di scegliere a quale sesso appartenere perché purtroppo qualcuno decide chi dovranno essere nel momento in cui nascono.

Ma questo è un argomento di cui vi parlerò in un post specifico, perché vorrei comunicarvi il mio pensiero sul disegno di legge 405, generalmente non solita parlare di politica tuttavia questo è un fatto che parla anche di me e del mio futuro, per cui voglio esprimermi e soprattutto avere un confronto con voi.

Per rispondere infine alla domanda iniziale " Perché hai scelto di diventare Trans? " potrei rispondere anche dicendo " Perché ho scelto di essere Me, in tutto e per tutto, con piaceri e difficoltà, esattamente come ogni persona dovrebbe fare ".

Transessuali si Nasce, probabilmente potrebbe non essere facile capirlo, ma questa è la vita e prima o poi tutti facciamo i conti con il nostro IO.

Sono la prima che ci ha messo ben 22 anni e uno stalker ( già quest'ultima parte non è stata affatto piacevole, tuttavia è accaduta ), nonostante avessi fatto il primo coming out come ragazzo bisessuale a 16 anni, anche quando le persone mi continuavo a chiedere perché non iniziavo il mio cammino di transizione o se il mio truccarmi era sintomo del mio sentirmi donna ( prima del 2013 intendo ) e io rispondevo semplicemente che ero un ragazzo che amava esaltare la propria femminilità ( molto probabilmente non avevo preso la briga di capirmi realmente o pensavo che fosse giusto così, io per esempio ho sempre amato Jeffree Star quindi capirete che quasi lo prendevo come un'icona ), ma poi l'ho capito e ho iniziato ad essere realmente Me.

In fondo trovare una " frase ad effetto " che spieghi ciò che ti sembra di essere piuttosto che analizzare la propria natura per capirla ed amarla ( non accettarla perché io non devo accettare proprio nulla esattamente come gli altri non devono accettarmi. Puoi amarmi, tollerarmi, posso starti simpatica ma sicuramente non sei nessuno perché io chieda di essere accettata ), ma ricordate una cosa. quando capisci chi sei cominci a vivere davvero.

Prima di questo momento a me è sembrato davvero di vivere nel corpo di un'altra persona, " mio fratello gemello " ( io chiamo così ciò che è stato prima che venissi alla luce ), era come se lui mi proteggesse dentro di sé inconsapevolmente ma come una mamma dentro il proprio grembo avvolge una nuova vita.


Mi piacerebbe conoscere anche il vostro pensiero, ovviamente se avete domande e/o perplessità non vi resta che scrivere un commento.

Un bacio
Shikal Michelle 

martedì 1 settembre 2015

Thai Noodles

Ciao,
la ricetta di oggi è Thai Noodles.

Un piatto velocissimo e molto buono, che è possibile preparare ogni volta che si vuole anche all'ultimo minuto.


∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞

 Difficoltà: Bassa    

 Tempo: 5 Minuti

 Prezzo: Basso

∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞

 RICETTA per 1 Persona

1 Confenzione di Istant Noodles 
200 ml d'Acqua

∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞



1. Estraggo il contenuto della confezione

2. In una pentola antiaderente inserisco 200 ml di acqua e il contenuto di tutte le bustine.

3. Quando arriva a lieve bollore, dispongo il cestino di Noodles e li girio in modo tale da dividerli.
Basteranno 2/3 minuti e il piatto sarà pronto.



Sinceramente in questo caso non mi sento di parlare di ricetta, perché si tratta solo di scaldare il contenuto di una confezione già pronta.
Tuttavia ho trovato interessante proporre un'alternativa veloce e gustosa ( forse un po' salatina per i miei gusti, infatti riprodurrò presto con una vera ricetta i Noodles ) per tutte le persone che seguono un'alimentazione vegetariana / vegana però ogni tanto gradiscono qualcosa di diverso o semplicemente vogliono tenere in dispensa qualcosa da poter cucinare anche all'ultimo minuto.
Ringrazio ancora la mia amica Valeria che mi ha donato questa leccornia.


PS. Perdonate il piatto di plastica ma era Fucsia... capite? Non potevo esimermi dall'usarlo >-< :P


Non dimenticate di farmi sapere il vostro parere e se replicate la ricetta fatemelo sapere inserendo #lericettedishikal tra i vostri hashtag.

Un bacio
Shikal Michelle 

domenica 23 agosto 2015

Transessuale

Ciao, oggi " riapro il topic LGBTQIA" che avevo in realtà cominciato a trattare parlandovi di G&T la Webserie.
Comincerò argomento dopo argomento a parlarvi di alcune informazioni sul mondo T che sicuramente le persone transessuali e/o transgender potrebbero già conoscere ma che probabilmente molta gente, fuori da questa comunità, può ignorare o conoscere in modo incompleto e/o errato.

Trovo utile, per quanto concerne le mie conoscenze, porre chiarezza e " combattere " la disinformazione anche per avviarsi verso un utopistico ( almeno sino ad oggi, domani non si sa ) mondo migliore.

Mi piacerebbe, prima di affrontare le varie tematiche, partire dalla cosa più basilare e complicata che c'è... Essere Transessuale!

Ma cosa vuol dire tutto questo?

La transessualità è la condizione in cui una persona si trova ad avere una scissione tra Genere ( anatomia, fisicità del corpo ) e Identità di Genere ( psicologia della persona ).

Tale separazione che solitamente crea conflitto tra le due si chiama " Disforia di Genere " ( DIG ) ed è una patologia che viene " diagnosticata " dopo vari esami da medici di natura psicologica ed endocrinologica.

È tuttavia IMPORTANTISSIMO precisare che NESSUNO mai nella vita potrà mai diagnosticare con esami, delle più svariate nature, chi sentiamo di essere.

Questo vuol dire che, ci sono persone che prendono coscienza della propria natura e capiscono che la propria identità di genere è distonica rispetto al proprio genere pur non effettuando nessun tipo di esame.

Non è un medico a dichiarare chi sei e/o puoi essere.

Psicologi e/o psicoterapeuti possono però aiutarci ad intraprendere un percorso interiore alla scoperta di NOI,  perché prima di compiere certi passi, che porteranno degli effettivi cambiamenti nella nostra vita, dobbiamo cominciare ad affrontare le ombre che abbiamo dentro e che potrebbero per esempio essere " enfatizzate " con l'assunzione di ormoni che è risaputo portare dei leggeri sbalzi umorali.

Un percorso che ci aiuti a comprendere a pieno se vogliamo transitare, in che modo vogliamo farlo, fino a che punto vogliamo arrivare.

Perché non esistono standard che ci impongono chi e/o come dobbiamo essere.

Ad ogni modo, la disforia o distonia non ha un momento preciso in cui si sviluppa, nella maggior parte dei casi avviene in adolescenza dove ogni individuo esce dal " Mondo dei Bambini " per entrare nel " Mondo degli Adulti " anche scoprendo il proprio corpo e la propria natura.

Molti comunque sono i casi in cui è presente già in tenera età, più radi sono quelli in cui si sviluppa in età molto adulta, probabilmente in quest'ultimo caso ci potrebbe essere stata un po' di autocensura per i più svariati motivi.

Quando si parla di Generi ci stiamo riferendo a Maschio e Femmina, sono quelli che troviamo sui documenti, e che ci identificano fino a che non abbiamo sviluppato un'identità di Genere, che solitamente avviene durante la pubertà.

Infatti se ci pensiamo non diciamo che i bambini sono bambino uomo o bambino donna, ma ben sì maschietti e femminucce.

Quando invece si parla di Identità di Genere, stiamo parlando di come una persona sente di essere... È la vera natura, l'essenza, il modo in cui si identifica, in cui pensa, agisce e si relaziona con le altre persone, è il cuore, la mente e l'anima di quella persona.

I termini che useremo in questo caso sono Uomo e Donna, per questo infatti anche la parola Transessuale si divide in due categorie:

- Le Transessuali MTF
- I Transessuali FTM.

Nel caso delle persone MTF si tratta di DONNE nate maschio ( perché questo è il corpo con cui nascono ) ma che non sono MAI state UOMO; per questo quando si parlerà con una MTF per non offendere la sensibilità di tale persona è bene trattarla da donna e usare il LEI, perché si tratta di una persona che sta intraprendendo un percorso ( psicologico, ormonale e/o chirurgico ) per transitare dal genere Maschio al genere Femmina da qui appunto MTF ( Male to Female ).

Ritornando all'esempio dei bambini, una MTF è stata ( perché nel momento in cui si è " sviluppata " la propria identità è già una Donna e quindi non si potrebbe dire " è stato " perché si andrebbe ad offendere la persona ) un bambino maschio e questo è un dato oggettivo di fatto.

Nel caso delle persone FTM si tratta di UOMINI nati femmina ( si parla ovviamente sempre di corpo ) ma che non sono MAI stati DONNE; in questo caso quando parliamo con un FTM usiamo il LUI per non offendere la persona.


Una domanda che mi viene spesso posta è se esiste differenza tra Transessuale e Transgender, e nel
caso vi sia, quale fosse.


La risposta è ovviamente affermativa.

Esiste quindi una differenza tra transessuale e transgender.

Di cui vi ho parlato nello specifico in Trans... GENDER or SEXUAL?

Perché ho ritenuto che per cominciare è bene comprendere cosa significhi essere una persona TRANS.

Indipendentemente dalla desinenza della parola.

Perché una persona arriva a definirsi trans e soprattutto quali sono i modi corretti di approcciarsi ad una persona trans senza finire per ferire e/o mancare di rispetto alla stessa, pur non volendo, a causa di una sbagliata informazione di base che purtroppo gli stessi mezzi di informazione, imperterriti continuano a proliferare nonostante le molteplici segnalazioni da parte di tutte noi persone appartenenti al mondo LGBTQIA.

Mi piacerebbe conoscere anche il vostro pensiero, ovviamente se avete domande e/o perplessità non vi resta che scrivere un commento.

Un bacio
Shikal Michelle 

domenica 9 agosto 2015

Dermo Bagno Eco-Biologico Aloe Vera by Omia Laboratories | REVIEW

Ciao,
oggi vi parlo del Dermo Bagno Eco-Biologico Aloe Vera di Omia Laboratories.


Si tratta di un prodotto naturale.

La consistenza è abbastanza liquida.

La profumazione è erbacea.

Non produce molta schiuma.

Con gel d'Aloe Vera e Vitamina E e ingredienti provenienti da agricoltura biologica.

Privo di parabeni, SLES, PEG, coloranti sintenti e glicole propilenico.

Possiede le certificazione ICEA e Cruelty Free.



INCI:
Immagine AQUA ( solvente )
Immagine COCAMIDOPROPYL BETAINE ( tensioattivo )
Immagine SODIUM LAUROYL SARCOSINATE** ( antistatico / tensioattivo / viscosizzante )
Immagine ALOE BARBADENSIS LEAF JUICE* ( emolliente )
Immagine COCOGLUCOSIDE** ( tensioattivo nonionico )
Immagine GLYCERYL OLEATE** ( emolliente / emulsionante )
Immagine GLYCERIN** ( denaturante / umettante / solvente 
Immagine SODIUM CHLORIDE** ( viscosizzante )
Immagine SODIUM COCOYL HYDROLYZED WHEAT PROTEIN** ( tensioattivo )
Immagine PCA** ( umettante )
Immagine TOCOPHEROL ( antiossidante )
Immagine PHENOXYETHANOL ( conservante )
Immagine SODIUM BENZOATE ( preservante )
Immagine CITRIC ACID ( agente tampone / sequestrante )
Immagine TETRASODIUM GLUTAMATE DIACETATE ( chelante )
Immagine PARFUM


* Ingredienti da Agricoltura Biologica / from Organic Farming
** Origine Naturale / Natural Origini


• SCHEDA TECNICA •

QUANTITÀ: 400 ml
PACKAGING: Plastica
PAO: 12 m
PREZZO: 4,25 €
REPERIBILITÀ: Acqua & Sapone, Tigotà, Ipercoop, Esselunga, Carrefour.
PRO: Pulisce molto bene la pelle ( anche del viso ) rimanendo molto delicato, produce una discreta schiuma, possiede un leggero e fresco profumo leggermente agrumato, certificato ICEA, ecobiologico.
CONTRO: Nessuno
VOTO: 7/8 
LO CONSIGLIO?: A tutte le persone che desiderano un prodotto naturale, biologico, che deterga per bene il derma rimanendo molto delicato, anche sulle pelli più sensibili.


✎ CONSIDERAZIONE FINALE

Sono sempre alla ricerca di prodotti naturali che siano facilmente reperibili e possibilmente che non costino " un occhio della testa ".

Per questo quando trovo prodotti ( con queste caratteristiche ) in posti come Acqua & Sapone ( o simili ) sono molto curiosa di provarli.

Così è stato per questo bagnoschiuma.

Inizialmente la profumazione non mi faceva impazzire anche perché non era arrivato ancora il periodo caldo di questo 2015, tuttavia appena le temperature si sono alzate ho cominciato ad adorarlo perché risultava fresco, delicato e leggermente agrumato.

Con il Caldo Torrido che abbiamo avuto quest'estate una profumazione dolce e avvolgente era fonte di ulteriore caldo, invece questo tipo di profumazione è caduta a pennello.

Tuttavia immagino che in Inverno o comunque nel periodo freddo, potrebbe essere piacevole avere lo stesso prodotto con una profumazione più dolce e " calda ".

Per il resto è un ottimo prodotto perché pulisce per bene senza risultare aggressivo.

Come sapete ( se leggete il mio blog ) io ho una pelle molto delicata, tanti dei bagnoschiuma che si trovano in commercio ( sia al supermercato che in farmacia, quindi sia più low che high cost ) sono estremamente incompatibili con il mio derma che tende ad irritarsi terribilmente.

Mi riempio di chiazze rosse e provo prurito per qualche ora.

Invece con questo prodotto mi sono trovata benissimo, l'ho provato anche in viso e l'ho inserito anche nel mio Scrub Cambia Pelle e non mi ha ancora riservato ( per fortuna ) brutte sorprese.

Secondo me sarebbe interessante averne anche una versione dal profumo più dolce, nonostante il profumo di questo prodotto rispecchi esattamente il claim dello stesso.

Se avete provato questo prodotto, mi piacerebbe conoscere anche il vostro parere.


Un bacio
Shikal Michelle 

mercoledì 5 agosto 2015

Cereali e Legumi Estivi

Ciao,
la ricetta di oggi è Cereali e Legumi Estivi.

Un piatto ispiratomi dalla classica Insalata di Riso Estiva.


∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞

 Difficoltà: Bassa

 Tempo: 15 Minuti

 Prezzo: Medio 

∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞

 RICETTA per 4 Persone

200 g di Riso Integrale
200 g di Minestra di Cereali e Legumi
240 g di Fagioli Giganti
Sale, Pepe, Paprika, Zenzero, Basilico, Olivo EVO q.b.

∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞


1. Comincio cuocendo la minestra di cerali e legumi.
Si tratta di un mix che trovo comodamente al supermercato.

2. Nello stesso momento preparo anche il riso integrale.
Girando costantemente per evitare che si attacchino.


3. Dopo averli cotti,privati dell'acqua di cottura e lasciati raffreddare ( per evitare che si sfaldino mescolando ) 10 minuti circa, aggiungo una scatola di fagioli. 

4. Concludo aggiungendo sale e pepe a piacere, un filo d'olio evo e le spezie che più preferite.
Io ho usato zenzero e paprika dolce perché rimangono comunque " fresche ", non opterei per il curry che è una spezia dal sapore inteso e " invernale ".



Per l'impiattamento ho servito con un'altro filo d'olio evo ( potete anche ometterlo ) e un trito di foglie di basilico fresco.

Questo piatto nasce dalla volontà di varia la classica insalata di riso che può contenere animali e derivati ( che io al momento preferisco non consumare ) e dalla voglia di mantenere equilibrati tutti i valori nutrizionali del mio corpo con un bel piatto di cerali e legumi, evitando però la classica minestra che con il caldo è impensabile.

Se gradite è possibile aggiungere un salsa come maionese o tartara ( fatte in casa o comprate ) esattamente come è possibile fare con la classica insalata di riso. 



Non dimenticate di farmi sapere il vostro parere e se replicate la ricetta fatemelo sapere inserendo #lericettedishikal tra i vostri hashtag.

Un bacio
Shikal Michelle 

venerdì 31 luglio 2015

Shampoo Ultra Dolce all'Estratto di Camomilla e Miele by Garnier | REVIEW

Ciao,
oggi vi parlo dello Shampoo Ultra Dolce all'Estratto di Camomilla e Miele di Garnier .



Non si tratta di un prodotto naturale.

La profumazione è sinteticamente simile alla camomilla.

La consistenza è decisamente liquida.

Risulta essere molto schiumoso.

Privo di parebeni e sicolini.

All' estratto di Camomilla e Miele.

Il claim suggerisce questo prodotto per capelli chiari, promette inoltre di schiarire il tono e ravvivare i riflessi.



INCI:
Immagine AQUA / WATER ( solvente )
Immagine SODIUM LAURETH SULFATE ( tensioattivo )
Immagine DISODIUM COCOAMPHODIACETATE ( tensioattivo )
Immagine GLYCERIN ( denaturante / umettante / solvente )
Immagine DISODIUM LAURETH SULFOSUCCINATE ( tensioattivo )
Immagine CI 19140 / YELLOW 5 ( colorante cosmetico )
Immagine CHAMOMILLA RECUTITA FLOWER EXTRACT ( emolliente )
Immagine COCAMIDOPROPYL BETAINE ( tensioattivo )
Immagine COCAMIDE MIPA ( emulsionante / stabilizzante emulsioni / tensioattivo / viscosizzante )
Immagine SODIUM CHLORIDE ( viscosizzante )
Immagine SODIUM BENZOATE ( preservante )
Immagine SODIUM HYDROXIDE ( agente tampone / denaturante )
Immagine PEG-55 PROPYLENE GLYCOL OLEATE ( viscosizzante )
Immagine POLYQUATERNIUM-10 ( antistatico / filmante )
Immagine SALICYLIC ACID ( preservante )
Immagine MEL / HONEY ( emolliente / umettante / additivo biologico )
Immagine LINALOOL ( allergene del profumo )
Immagine BENZYL ALCOHOL ( allergene del profumo / conservante / solvente )
Immagine PROPYLENE GLYCOL ( umettante / solvente )
Immagine CARAMEL ( colorante cosmetico )
Immagine CITRIC ACID ( agente tampone / sequestrante )
Immagine BUTYLPHENYL METHYLPROPIONAL ( allergene del profumo )
Immagine HEXYLENE GLYCOL ( solvente / emulsionante / tensioattivo / condizionante cutaneo / profumante )
Immagine HEXYL CINNAMAL ( allergene del profumo )
Immagine GLYCERYL LAURATE ( emolliente / emulsionante )
Immagine PARFUM / ( F.I.L.C167181/1 )


• SCHEDA TECNICA •

QUANTITÀ: 250 ml
PACKAGING: Plastica
PAO: 12 m
PREZZO: 2,45 €
REPERIBILITÀ:  - Negozi: Acqua & Sapone, Tigotà, Coin, Upim, Ipercoop, Esselunga, Auchan, Carrefour.
- Profumerie: Limoni, Douglas, Marionnaud, La Gardenia.
PRO: Non aggressivo, schiarisce, ravviva i riflessi, pulisce bene sia cute che capelli, 
CONTRO: Inci da migliorare
VOTO: 7/8
LO CONSIGLIO?: A tutte quelle persone che incominciano ad approcciarsi al mondo " naturale " e che vogliono un prodotto quanto meno privo di siliconi e parabeni.
Che ovviamente sono chiare o che vogliono quanto meno " schiarire " leggermente il tono e ravvivare i riflessi della propria chioma.


✎ CONSIDERAZIONE FINALE

Usare uno shampoo della linea Ultra Dolce di Garnier mi riporta alla mia infanzia, anche se nello specifico usavo lo shampoo per bambini all'Albicocca. 

È risaputo che molti brand ( direi i più conosciuti e acquistati ) non producono prodotti naturali, in realtà bisogna anche osservare il fatto che non nascono con questa prerogativa. 

Quando sul web sento parlare di prodotti che sono facili da reperire e possono avere degli inci ( soggettivamente ) più o meno accettabili, sono curiosa di testarli.

Purtroppo non ho controllato l'inci prima dell'acquisto, infatti mi sono ritrovata con un prodotto che personalmente non ritengo poter essere " accettabile ", in realtà forse chi inizia ad approcciarsi al mondo dei prodotti naturali probabilmente potrebbe apprezzarlo, chi come me invece ha utilizzato e utilizza prodotti ( parzialmente o interamente ) naturali, potrebbe decidere di voler evitare un prodotto simile, se prima avesse l'accortezza di leggerne la formulazioni.

Ad ogni modo, passando sopra al fatto che " Chi fa da Sé fa per Tre " ( informatevi sempre prima di acquistare ), posso dire che di questo shampoo sono rimasta molto soddisfatta. 

Mi sono trovata con un prodotto dalla consistenza liquida, che si massaggia facilmente sulla cute creando abbondante schiuma.

Dopo averlo risciacquato, ha svolto un'egregia azione pulente senza tuttavia risultare aggressivo o " seccante " né sul derma né sui capelli. 

Su di me che utilizzo la mia Lozione Riflessante, il Balsamo Schiarente e L'impacco per Schiarire i Capelli in Modo Naturale e Sicuro non noto questa grandissima azione riflessante, tuttavia sono rimasta piacevolmente sorpresa quando guardando mio fratello ( mentre facevamo una passeggiata con Tristan ) notavo sui suoi capelli la ricrescita del suo colore e sulla lunghezza questa sorta di " effetto shatush " ossia, il capello era leggermente variato di tono rispetto al suo castano ed aveva assunto un riflesso dorato.

Ovviamente non mi sono ritrovata con un fratello castano naturale a biondo platino ^-^ così sorpresa e curiosa di sapere cosa avesse fatto, gli ho chiesto e mi ha rivelato che stava usando il mio shampoo perché si trovava meglio e soprattutto perché era il primo che aveva trovato.

Sappiamo come sono gli uomini no? Usano ( a volte " abusano " ) del primo bagno schiuma o shampoo che trovano in bagno.

Sta di fatto che i suoi capelli, senza trattamenti ( chimici o naturali ) in maniera molto lieve, ma per me che apprezzo il biondo ( infatti sono tornata chiara ) in modo abbastanza evidente, si erano schiariti.

E inoltre, un'amica mi aveva detto che quando per smaltire un po' i prodotti che aveva a casa, aveva smesso di usarlo aveva notato il colore più spento, ergo è anche carino per chi vuole provare e nel caso non gradisse, può semplicemente smettere per ritornare al proprio colore.

Mi piace il fatto che risulti gentile sui capelli, soprattutto quelli trattati chimicamente ( come i miei ), che in realtà ho comunque fatto riprendere tramite impacchi naturali, rimanendo comunque capelli sui cui prima avevo schiarito le punte per farle magenta / fucsia e poi ho integrato molte meches bionde per camuffare la mia attaccatura biondo cenere dal nero che avevo applicato quando avevo le punte colorate.

Garnier da un po' di tempo, ha preso in mano alcuni prodotti e li ha riformulati privandoli di silicoli e parabeni, sono sicura che se agisse allo stesso modo anche su questo shampoo, migliorandone l'inci potrebbe risultare il connubio perfetto tra prodotto a basso costo dagli ottimi risultati.


Per il momento non sono sicura se lo ricomprerò, magari cercherà altri shampoo per capelli chiari ma con un inci migliore.

Se avete provato questo prodotto, mi piacerebbe conoscere anche il vostro parere.


Un bacio
Shikal Michelle